Ultima modifica: 5 dicembre 2018
Studio Legale Avv. Maurizio Danza > Ricorsi > Ricorso al TAR Lazio avverso il bando di concorso straordinario 2018 per la scuola dell’ infanzia e primaria adesione entro il 23 dicembre 2018

Ricorso al TAR Lazio avverso il bando di concorso straordinario 2018 per la scuola dell’ infanzia e primaria adesione entro il 23 dicembre 2018

 Come è noto, è stato pubblicato sulla G. U. n. 89 del 09/11/2018 il bando avente ad oggetto il “Concorso straordinario per titoli ed esami per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente per la scuola dell’infanzia e primaria su posto comune e di sostegno, indetto ai sensi dell’articolo 4, comma 1 -quater , lettera b) , del decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2018, n. 96, recante: «Disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese»”.

MOTIVO DEL RICORSO AL TAR

LA RICHIESTA NEL BANDO DI CONCORSO DI DUE ANNI DI SERVIZIO SPECIFICO NEGLI ULTIMI OTTO, OLTRE AL TITOLO DI AMMISSIONE DELLA ABILITAZIONE

Purtroppo a ben vedere, il concorso è riservato ai soli docenti abilitati di infanzia e primaria e che abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici, almeno due anni di servizio specifico, presso le istituzioni scolastiche statali.

Nonostante le recenti pronunce giurisdizionali che hanno accolto i ricorsi dei docenti di scuola Superiore di I e II grado, illegittimamente esclusi dal concorso straordinario, anche per i docenti di Infanzia-Primaria si ritiene necessario ricorrere al TAR LAZIO, alfine di per poter partecipare al prossimo concorso straordinario.

Dall’esame del Bando si evincono immediatamente le illegittimità delle cause di esclusione dei seguenti docenti abilitati:

– che non hanno prestato il servizio minimo richiesto;

– che hanno prestato il servizio minimo richiesto nelle scuole non statali.

Con riguardo ai docenti abilitati che non hanno prestato il servizio minimo richiesto, o che l’hanno prestato nelle scuole non statali, l’illegittimità consiste nella disparità di trattamento e nella violazione delle disposizioni vigenti in ordine all’equivalenza del servizio di docenza prestato presso qualsiasi istituzione scolastica statale e non, nonostante le pronunce giudiziarie, sia in sede Amministrativa che Ordinaria, che hanno accolto i ricorsi promossi dai docenti, ai quali il MIUR non aveva riconosciuto il servizio pre-ruolo prestato nelle scuole paritarie.

FINALITA’ DEL RICORSO

Il ricorso collettivo al TAR Lazio è finalizzato all’annullamento del Bando nei sensi sopra specificati. L’Avv. Maurizio Danza del Foro di Roma che patrocina l’azione legale di iniziativa di FSI USAE Scuola, ha predisposto un’azione per contestare l’ingiusta ed illegittima esclusione

MODALITA’  DI ADESIONE ENTRO IL  23 DICEMBRE 2018

Per aderire al ricorso entro il 23 dicembre 2018, si raccomanda innanzitutto, di presentare le domande o in via telematica, tramite POLIS, entro il 12 dicembre 2018 o anche con modello predisposto che vi sarà consegnato rivolgendosi direttamente alle strutture FSI USAE Scuola , dove riceverete la procura e il foglio istruzioni .

COSTI DEL RICORSO                                                                                           

Il costo per l’adesione al ricorso è di euro 170,00 senza ulteriori oneri, e può essere corrisposto a mezzo Bonifico Bancario su conto FINECO BANCA IBAN  IT60T0301503200000000099304 Intestazione: Maurizio Danza, indicando la seguente causale: ricorso avverso bando concorso straordinario + nominativo del ricorrente

INFORMAZIONI

Per informazioni in merito alla documentazione per aderire al ricorso scrivere a fsi.scuola@libero.it o avvdanza@libero.it .